Sicurezza e Cura della Batteria

- Categorie : GUIDE

In un articolo precedente, abbiamo affrontato l’argomento su “la migliore batteria per sigaretta elettronica”, ovvero la 18650. Oggi andremo a parlare della sicurezza e la cura della vostra batteria per sigaretta elettronica.

La batteria per sigaretta elettronica, come per altri tipi di batterie in generale, hanno bisogno di una certa cura e sicurezza per essere usate, poiché il maltrattamento di essa può comportare a spiacevoli episodi.

Vi scriviamo alcune cose che non devono essere assolutamente fatte, per far sì che la vostra batteria duri più a lungo e che voi siate al sicuro nell’utilizzarla. Bastano davvero piccoli accorgimenti come:

  • Non utilizzate batterie con Wrap danneggiato.
  • Non utilizzate batterie con rigonfiamenti o ammaccature.
  • Non lasciate le batterie in carica senza la vostra presenza.
  • Non lasciate le batterie al di fuori della box o del portabatterie di plastica.
  • Non lasciate oggetti metallici a contatto con le batterie.
  • Non lasciate le batterie in macchina al sole.
  • Non lasciate le batterie a contatto con acqua o liquido.

La prima cosa che abbiamo scritto tra gli accorgimenti è il non utilizzare le batterie con Wrap danneggiato, ma cosa significa? Molto spesso capita che la vostra batteria, pur essendo ancora all’inizio del suo ciclo di vita, presenti piccole lesioni all’involucro esterno chiamato Wrap. Esso ma non è altro che una pellicola in PVC necessaria per la protezione della batteria da possibili corti circuiti. Se la batteria non presenta evidenti danni come rigonfiamenti o ammaccature dovute da cadute, non c’è bisogno di gettarla via, ma bisogna solo sostituire il Wrap.

Come si effettua un RE-Wrap?

La prima cosa da fare è rimuovere il vecchio involucro facendo molta attenzione a non far toccare il polo positivo e il polo negativo da NESSUN metallo. Si parte dal basso, si scarta e con attenzione rimuovete il dischetto isolatore, che si trova sul polo positivo, senza danneggiarlo, visto che vi servirà nuovamente per il RE-Wrap. Adesso serve il nuovo Wrap: in commercio potete trovare sia quello a rotolo che quello pretagliato. Vi consigliamo di acquistare quello pretagliato per una maggiore praticità, ma se avete già acquistato quello a rotolo, tagliate una fascia di 71 mm. Ora rivestiamo la batteria “nuda”. Inserite la vostra batteria all’interno del Wrap, lasciando circa 2 mm di spazio sia sopra che sotto cosicché quando restringe copra bene i bordi. Appoggiate sul polo positivo il suo dischetto isolatore tolto in precedenza. Prendete un asciugacapelli o una pistola termica se l’avete. Per evitare che l’isolatore voli via, mettete un dito sul polo positivo tenendolo ben saldo. Accendete l’asciugacapelli e avvicinatelo alla batteria. Visto che questi Wrap sono termorestringenti, ruotate la batteria in modo costante iniziando dal polo positivo, così da essere certi che il bordo aderisca alla perfezione. Una volta che il Wrap si è ristretto bene sulla parte superiore, procedente verso tutta la lunghezza della batteria ruotandola continuamente per far scomparire le pieghe. Infine, passate il calore al polo negativo per far aderire i bordi. Quando vedrete che l’involucro si sia ristretto in maniera omogenea anche sui bordi del polo negativo, potete spegnere l’asciugacapelli.

Ecco qui, avete eseguito il vostro primo Re-Wrap alla batteria, e tutto in meno di un minuto!

NB. Ricorda sempre che le batterie una volta tolte dalla sua box non devono mai essere a contatto con oggetti metallici o magnetici, altrimenti c’è il rischio di danneggiamento, o addirittura esplosione. Consigliamo sempre di utilizzare un portabatterie di plastica, soprattutto se siete fuori casa e trasportate le batterie in tasca o in borsa, così da evitare di lesionare il Wrap e corto circuito a contatto con chiavi, monete o altri oggetti metallici.

Condividi

Aggiungi un commento

 (con http://)